Condizioni generali per appalti di servizi e opere

1. OGGETTO DEL CONTRATTO
1.1. Il Committente affida all’Appaltatore, il quale accetta, la realizzazione delle opere o dei servizi come meglio
descritto nel corpo dell’ordine.

2. PREZZO E MODALITÀ DI PAGAMENTO
2.1. Il prezzo è indicato nell’ordine allegato.
2.2. L’Appaltatore non ha diritto ad alcun anticipo o acconto anteriormente al collaudo, salvo quanto
espressamente previsto nell’ordine.

3. FORNITURA DELLA MATERIA E DI EVENTUALI MEZZI O ATTREZZATURE
3.1. La fornitura della materia necessaria per il compimento delle opere o per los volgimento dei servizi, qualora a
cura dell’Appaltatore, è indicata direttamente nel corpo dell’ordine. In tali ipotesi l’Appaltatore si assume ogni
responsabilità per eventuali vizi e/o difetti, nonché il rischio di eventuali oscillazioni del prezzo della materia
individuata a suo carico nel corpo dell’ordine.
3.2. E’ obbligo dell’appaltatore dotarsi dei macchinari, degli utensili, degli attrezzi e di quant’altro necessario per
l’esecuzione del servizio; il materiale in uso dovrà essere tenuto in buono stato di efficienza e non costituire fonte
di pericolo per l’ambiente di lavoro.

4. TERMINE DI CONSEGNA E PENALE PER RITARDI
4.1. La data entro la quale dovranno essere ultimate e completate le opere o i servizi ed eventuali penali che
verranno applicate in caso di ritardi verranno indicate nell’ordine.

5. VARIAZIONI ALL’OPERA
5.1. L’Appaltatore non può apportare alcuna variazione alle opere o ai servizi senza il preventivo consenso del
Committente.
5.2. Qualora si rendesse necessario apportare varianti specifiche essenziali per la esecuzione delle opere o dei
servizi, le parti si accorderanno per iscritto.
5.3. Ogni variazione legittimamente adottata in conformità al presente articolo sarà disciplinata, per quanto alla
correlata variazione del corrispettivo, dagli artt. 1659, 1660 e 1661 c.c..

6. COLLAUDO DELL’OPERA
6.1. Il collaudo sarà eseguito dalle parti.
6.2. Con la sottoscrizione del verbale di collaudo le opere si intenderanno approvate e accettate dal Committente e
sarà definitivamente riconosciuto il diritto dell’Appaltatore al pagamento del corrispettivo o del saldo, dedotte le
quote da imputarsi a eventuali penali per ritardo.

7. DIVIETO DI SUBAPPALTO
7.1. L’Appaltatore non può subappaltare in tutto o in parte l’esecuzione delle opere o dei servizi di cui al presente
contratto senza il previo consenso scritto del Committente.

8. AUTORIZZAZIONI AMMINISTRATIVE
8.1. L’Appaltatore provvederà a richiedere eventuali autorizzazioni amministrative necessarie per il compimento
dell’opera o dei servizi

9. RESPONSABILITÀ DELL’APPALTATORE
9.1. L’Appaltatore dovrà eseguire le opere e i servizi a regola d’arte ed in conformità alle disposizioni legislative e
regolamentari che disciplinano la propria attività in generale e le opere o servizi appaltate in particolare.
9.2. L’Appaltatore assume al riguardo ogni responsabilità per vizi o difetti delle opere e dei servizi e per eventuali
violazioni delle predette disposizioni, nonché per ogni eventuale danno o conseguenza negativa che dovesse
derivare al Committente, a suoi aventi causa o a terzi in genere, in conseguenza dei suddetti vizi, difetti o violazioni.
9.3 L’Appaltatore dovrà rispettare quanto previsto dalle disposizioni del DLGS 81/2008 in tema di sicurezza nei
luoghi di lavoro e del D.Lgs. 152/2006 in tema di ambiente.
9.4 L’Appaltatore, ove non diversamente specificato, è produttore di tutti i rifiuti generati in esecuzione del
contratto, qualunque fosse il luogo di provenienza dei rifiuti stessi: la corretta gestione è pertanto a responsabilità
e spese dell’appaltatore.

10. ADEMPIMENTI RETRIBUTIVI, CONTRIBUTIVI E FISCALI IN CAPO ALL’APPALTATORE
10.1 Con riferimento al proprio personale dipendente, l’Appaltatore dichiara di impegnarsi a rispettare tutta la
normativa giuslavoristica, previdenziale, antinfortunistica, di sicurezza sul lavoro e fiscale vigente e futura
applicabile al presente contratto, provvedendo anzitutto a fornire al Committente prima dell’inizio delle attività la
seguente documentazione:
• dichiarazione autocertificativa, ex art. 47 DPR. 28.12.2000 n. 445, diretta a verificare, ai sensi dell’art. 26 DLgs.
09.04.2008 n. 81, il possesso in capo all’Appaltatore dei requisiti di idoneità tecnico professionale;
• certificato di iscrizione dell’Appaltatore alla camera di commercio, industria e artigianato;
• copia della polizza di assicurazione per danni dell’attività svolta dall’Appaltatore;
• copia del documento unico di regolarità contributiva (DURC) non antecedente a 3 mesi.
• elenco del personale dell’Appaltatore che verrà impiegato per lo svolgimento delle prestazioni oggetto d’appalto,
con l’indicazione del numero di codice fiscale di ciascun dipendente e della data di assunzione;
• valutazione dei rischi ai sensi dell’art. 17 del D.Lgs. 81/08 relativa alle attività oggetto dell’appalto.
• per ciascuno dei dipendenti impiegati dall’Appaltatore, copia della tessera di riconoscimento corredata di
fotografia.
• di non essere stato o essere oggetto di provvedimenti di sospensione o interdittivi di cui all’art. 14 D.Lgs. 81/2008
(Disposizioni per il contrasto del lavoro irregolare e per la tutela della salute e sicurezza dei lavoratori), dovuti al
mancato rispetto delle disposizioni di legge riguardo il lavoro nero, ovvero per reiterate violazioni della legge sulla
sicurezza sul lavoro;
10.2 In ogni caso l’Appaltatore si obbliga sin d’ora a tenere indenne il Committente e a manlevarlo da qualsiasi
responsabilità, pretesa, diritto, risarcimento o azione fatti valere nei confronti dello stesso Committente in
relazione alla posizione retributiva, contributiva, assicurativa e fiscale delle maestranze di cui l’Appaltatore si
avvarrà nell’esecuzione del presente appalto. L’Appaltatore provvederà pertanto a rimborsare al Committente ogni
somma che quest’ultimo dovesse eventualmente versare in conseguenza di ciò, oltre interessi al tasso legale dalla
data del pagamento effettuato dal Committente sino a quella del rimborso in favore dello stesso.

11. RISERVATEZZA
11.1. L’Appaltatore si impegna a mantenere il massimo riserbo sui progetti, sui modelli, sui disegni, sulle specifiche,
sui dati tecnici, sulle formule, sull’organizzazione del Committente e su ogni altra informazione che gli sia stata
comunicata dal Committente e/o di cui sia venuto in possesso per effetto o nell’esecuzione del presente contratto.

12. PROPRIETA’ INDUSTRIALE
12.1. Il Committente mantiene la proprietà industriale in relazione ai diritti di privativa, ai progetti, alle prescrizioni
di carattere tecnico e ad ogni altra informazione proprietaria da lui comunicata all’Appaltatore nello svolgimento o
al fine dell’esecuzione del presente contratto, e l’Appaltatore potrà farne uso esclusivamente per le lavorazioni
oggetto del presente contratto; l’Appaltatore si asterrà inoltre da qualsiasi atto, incluso il deposito di brevetti per
invenzioni o modelli, che possa comportare divulgazione del know-how del Committente.
12.2. L’Appaltatore, all’atto della risoluzione del presente contratto, a qualsiasi causa dovuta, dovrà
immediatamente cessare di impiegare nella propria attività i diritti di privativa, i progetti, le prescrizioni di carattere
tecnico e tutte le informazioni di natura proprietaria, o comunque riconducibili al know-how del Committente, da
questi ricevute.

13. RECESSO UNILATERALE
13.1. Il Committente può recedere liberamente dal presente contratto mediante comunicazione scritta
all’Appaltatore, inviata a mezzo raccomandata A.R..
13.2. In tale ipotesi il Committente terrà indenne l’Appaltatore delle spese sostenute, dei lavori eseguiti.

14. INADEMPIMENTO DELL’APPALTATORE
14.1. Nel caso in cui il Committente accerti, in qualsivoglia stadio, che l’esecuzione delle opere non avviene nel
rispetto delle indicazioni tecniche contenute nel progetto, il Committente ha diritto di ottenere per iscritto che
l’Appaltatore provveda a sue spese all’inadempimento; in caso contrario, il Committente, fatto salvo il risarcimento
dei danni, avrà titolo per risolvere con efficacia immediata il contratto.

15. RISOLUZIONE DI DIRITTO
15.1. Il Committente e l’Appaltatore convengono che il presente contratto si risolverà di diritto nei seguenti casi:
• abbandono dei lavori da parte dell’Appaltatore;
• omesso versamento, da parte dell’Appaltatore e in relazione ai propri dipendenti impiegati nell’esecuzione del
presente contratto, di salari, stipendi, contributi previdenziali assistenziali ed assicurativi, ritenute fiscali ed ogni
altro onere previsto dalla normativa giuslavoristica, previdenziale e tributaria vigente e futura.

16. SOPRAVVENUTA IMPOSSIBILITÀ DI ESECUZIONE
16.1. In caso di sopravvenuta impossibilità di esecuzione per causa non imputabile all’Appaltatore, il Committente
si impegna sin d’ora a pagare allo stesso Appaltatore le opere in parte compiute, in misura proporzionale al
corrispettivo e nei limiti in cui le opere parziali si rivelino utili per il Committente.

17. FORO COMPETENTE
17.1. Per ogni controversia inerente alla validità, efficacia, interpretazione ed esecuzione del presente contratto,
diverse da quelle risolvibili dal Comitato tecnico, sarà esclusivamente e inderogabilmente competente il Foro di
Ancona.

18. COMUNICAZIONI
18.1. Tutte le comunicazioni richieste e consentite dalle disposizioni contenute nel presente contratto, comunque
inerenti il presente accordo, devono essere invitate a mezzo telefax, e-mail con conferma sia del ricevimento che
della lettura del messaggio, lettera raccomandata con avviso di ricevimento ai seguenti domicili:
per il Committente: General Impianti Srl, via Monteschiavo 3 – 60030 Moie di Maiolati Spontini (AN) , n. telefax
0731.814.700, e-mail info@loccioni.com;

19. RINVIO
19.1. Per quanto quivi non espressamente previsto, il presente contratto è regolato dalle disposizioni del codice
civile in materia d’appalto e dalle leggi speciali.

Download PDF