Innovazione rurale

La Valle di San Clemente

Riportare vitalità e lavoro in una vallata dell’entroterra, sviluppare imprenditorialità per le generazioni presenti e future, seminare bellezza perché la qualità della vita viene dalla Terra.

Nel cuore della campagna marchigiana sorge la Valle di San Clemente, una vallata segreta ricca di storia, natura e spiritualità.

In questo territorio il Comune di Apiro e l’impresa Loccioni hanno avviato un progetto pubblico-privato per valorizzare il patrimonio storico, culturale, artistico, naturalistico, agricolo della vallata e così creare nuovo lavoro.

Partendo dai valori della terra, dalla tradizione agricola locale, dalla geologia, dalla specificità del suolo e del sottosuolo, si va a delineare un modello di riferimento per la valorizzazione delle aree rurali.

Loccioni promuove lo sviluppo di questo progetto riportandovi le tecniche e le competenze sviluppate in più di cinquant’anni d’impresa. Lo fa per vicinanza affettiva – perché proprio qui nacque Enrico Loccioni – e per coincidenza di valori, in quanto la cultura mezzadrile e monastica sono le matrici profonde dell’attività che si svolge “a valle”, nei laboratori tecnologici.

L’agricoltura del futuro, la scienza dei dati, la robotica e i sistemi interconnessi, l’internet delle cose e il nuovo artigianato digitale, la sostenibilità e la qualità della vita sono gli spunti con cui riportare lavoro e vitalità nelle aree rurali.

L’Abbazia di Sant’Urbano, cuore della vallata, torna ad essere come in epoca benedettina nodo di una rete, fulcro di una comunità locale e internazionale che è espressione di uno stile di vita antico ma futuro.

La Valle di San Clemente

Tutti i temi correlati