Wide School. Progettare la complessità

Wide School

 

Inizia oggi la Wide School, la prima esperienza formativa per laureandi triennali e magistrali, che va a concludere la seconda edizione di Bluzone Campi laboratori di formazione che hanno coinvolto studenti di ogni età, dalle scuole elementari alle università del territorio.

 

Il percorso formativo, che coinvolge 14 tra laureandi al III anno triennale e I anno magistrale, offre l’opportunità di sperimentarsi in una “palestra del pensiero” dove le domande chiave – “vero o falso?” (scienza), “giusto o sbagliato?” (etica), “resiliente o fragile?” (complex systems engineering), “legale o illegale?” (aspetti legali), “condivisibile o non condivisibile?” (aspetti sociali) – verranno affrontate 3 gruppi che svilupperanno dei project work, alternando attività in aula, lavoro in team e presentazione dei risultati.

 

Ad accompagnare i ragazzi 4 docentiFederico Butera, Giorgio Di Tullio, Norberto Patrignani e Chiara Montanari, in un “viaggio” intellettuale ed esperienziale che ambisce a preparare le figure professionali di cui nel prossimo futuro non si potrà più fare a meno.

 

 

 

 


Facebook Twitter Linkedin Plusone

I commenti sono chiusi.